Riparazione e restauro veicoli di interesse storico - sportivo

1000 Miglia 2016 Rimini-Roma

La partenza della seconda tappa da Rimini verso Roma avviene in modo regolare per tutti gli equipaggi seguiti dalla scuderia Noci Motor Classic, solo un intervento alla 1100 (508) MM Berlinetta n° 127 di Boscarino – Renaldini per una perdita di benzina dal carburatore, prontamente riparata dall’assistenza “B” di Luca.
Tutto fila liscio fino a San Marino, quando ad inizio prova la Fiat 514 n° 75 di Ciresola – Franchini si ferma per un problema di pescaggio sporco dal serbatoio che ha intasato il carburatore. L’assistenza “C”  di Tiziano li raggiunge ed inizia l’intervento di pulizia unitamente all’assistenza “B” di Luca. Il problema sembra risolto e l’auto riparte, ma dopo poche centinaia di metri si ferma nuovamente. Si decide di bypassare il carburatore montando una pompa elettrica. L’intervento viene effettuato dall’assistenza “B” di Luca e Michele. Il problema viene definitivamente risolto.
Purtroppo il tempo perso si ripercuoterà per tutta la prova che vedrà l’assistenza “B” cercare di recuperare per raggiungere le vetture da loro seguite, cosa che si rivelerà vana visti gli ingorghi in San Benedetto. Nota negativa in questo caso all’organizzazione della corsa che non tiene minimamente conto delle persone che lavorano a contorno della gara e che vengono trattate come tutti gli altri conducenti che impegnano la normale circolazione stradale.
Durante la sostituzione della batteria da parte dell'assistenza "A" di Pietro e Davide, il pilota della OM 665 Superba Torpedo n° 3  Michael Henninn accusa malore, probabilmente causato dalla tensione e dallo sforzo della tappa fatta sotto la pioggia, e per sicurezza viene accompagnato all’ospedale per un controllo. L’autovettura viene guidata da Pietro e Davide fino a Senigallia, dove dopo essere stato dimesso viene ripresa in consegna da Michael ormai fuori gara.
L’assistenza “D” di Delio a San Michele al Fiume deve intervenire sull’Alfa Romeo 1900 Super Sprint Pinin Farina di Invernizzi rompe il supporto dell’ammortizzatore anteriore. Fortunatamente viene trovata un’officina che saldata una piastra permette il rimontaggio e il proseguo della gara da parte dell’equipaggio n° 255.
Come se non bastasse l’assistenza “D” di Delio e Luca si ferma per un intervento alla Jaguar XK 120 n° 224, ma purtroppo ha la frizione rotta e non può ripartire. 
Finalmente si arriva a Roma dove comincia il lavoro per la Scuderia. Vengono effettuati tutti i tagliandi alle autovetture, con interventi più sostanziosi alla 1100 (508) MM Berlinetta n° 127 di Boscarino – Renaldini rimasta praticamente senza impianto elettrico, alla 508 CS MM Berlinetta n° 107 di Kappeler – Jolly alla quale vengono sostituiti i giunti di trasmissione, alla Fiat 514 n° 75 di Ciresola – Franchini alla quale viene messo un interruttore con fusibile di sicurezza che per ragioni di tempo non era stato montato durante l’intervento a San Marino ed alla Lancia Lambda tipo 218 Torpedo n° 38 di Cavalleri – Meini rimasta in panne elettrica per un surriscaldamento dei fusibili della strumentazione.
Finalmente alle 3.00 ci si può recare in albergo per un paio d’ore di sonno per presentarsi poi regolarmente alla partenza da Roma prevista per le ore 06.15.

« Torna all’elenco manifestazioni

I nostri Partners

Contatti

Via Sabbiata, 15  - 26010
Robecco D’Oglio (Cr)
tel e fax +39 0372 921641
info@nocimotorclassic.com

Orari Officina

dal LUNEDI al VENERDI
dalle 08:00 alle 12:00
dalle 14:00 alle 18:00

Seguici su

© Copyright 2018 Noci Motor Classic. tel. e fax +39 0372 921641 - info@nocimotorclassic.com - Cod. Fisc. NCOPRL74D08D150T - P.Iva 01518980196